Attività

L’attività del Centro si sviluppa in tre Aree di lavoro, ciascuna diretta da un proprio Comitato scientifico cui fanno parte i ricercatori, i responsabili dei  laboratori, gli assegnisti e i collaboratori di riferimento.
Le Aree danno forma alle diverse anime del Centro contribuendo ad esprimere al meglio il potenziale di ricerca che caratterizza la comunità scientifica di DigiLab.
Competenze trasversali per la valorizzazione, la comunicazione, lo storytelling, il crowdfunding sono altresì a disposizione di tutte le aree.

Patrimoni culturali e Digital Curation
E’ stata la prima area di attività del Centro, e ha dato vita a un programma di ricerca per la realizzazione di un prototipo di Digital Library di Sapienza, che raccogliesse e rendesse disponibili tutti quegli oggetti della ricerca (libri, periodici, spartiti musicali, materiale multimediale come film, filmati audio e video, registrazioni audio, fotografie, ricostruzioni 3D di luoghi, edifici e territori, altre immagini e altre fonti di informazione digitalizzate relativi a opere d’arte, monumenti e collezioni d’archivio, aree di scavo, musei virtuali e contenuti digitali accessibili attraverso siti web) altrimenti non consultabili. Hanno collaborato alla realizzazione del prototipo e dell’infrastruttura di servizio numerosi ricercatori e tecnici interni al Centro, oltre a tecnici e bibliotecari del Sistema Bibliotecario della Sapienza e di InfoSapienza.

OpenLab Cultura
L’area include attività in diversi settori delle tecnologie per la cultura: 3D, Gamification Lab, User Experience. Ad essa afferiscono anche i tre Osservatori, istituiti dal Centro in collaborazione con gli enti e le imprese interessati.
Per altri settori opera favorendo la collaborazione tra settori umanistici e tecnologici in progetti comuni.

Education
L’area coordina attività nel settore della formazione e dell’apprendimento permanente e attività di ricerca nel settore delle tecnologie e metodologie dell’educazione e dell’e-learning, con attenzione all’educazione alla cittadinanza attiva, al miglioramento delle competenze di base attraverso la conoscenza del patrimonio culturale, all’applicazione di metodi innovativi basati sulle teorie costruttiviste per l’apprendimento.

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma